Eclisse di Sole 2013 - astrofili Faenza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio
Eclisse ibrida di Sole (anulare - totale)
3 Novembre 2013

La fase di massima durata della totalità di questa eclisse era visibile dall'oceano Atlantico, oppure per qualche istante in zone del centro Africa; mentre nel rimanente percorso era visibile come anulare o parziale.
Personalmente ho scelto l'isola di Boavista (Capo Verde) coniugando una vacanza con un lavoro di osservazione della parzialità prevista all'82%.
La scelta del luogo è scaturita da motivi di spesa abbordabile, di una destinazione non molto preoccupante dal punto di vista di aggressioni a turisti, nonché da lievi rischi di malattie tropicali.
Pertanto siamo partiti nella nebbiosa giornata del 30 ottobre per trovarci dopo alcune ore di volo in un luogo dal clima per noi estivo con temperatura di 26-28°C di giorno e 20-22°C di notte.
Le aspettative di questo viaggio erano quelle di osservare e fotografare la cometa ISON (C/2012 S1), la cometa Encke (2P), la cometa Lovejoy (C/2013 R1) durante la seconda metà delle notti e naturamente l'eclisse parziale di Sole nella mattinata del 3 novembre.
Purtroppo per tutta la settimana, ad esclusione delle ore più calde, le condizioni del cielo si sono mantenute velate e pertanto durante la notte non è stato possibile effettuare buone osservazioni.
D'altra parte nulla è andato perduto, poiché durante il viaggio di andata nelle operazioni di carico e scarico dei bagagli, la scheda motori della montatura di sostegno del telescopio si è danneggiata e non funzionava.
Questo imprevisto problema elettronico non ha permesso l'inseguimento di oggetti celesti durante la notte, e nemmeno la fotografia.
Il giorno dell'eclisse ho rimediato inseguendo manualmente con l'ausilio di un paio di pinze applicate agli ingranaggi di rotazione degli assi della montatura.

La mattina dell'evento si è presentata con un cielo pieno di nuvole che con il trascorrere delle ore si sono trasformate in velatura e infine cielo sereno.
Pertanto il primo contatto non siamo riusciti a vederlo come pure la fase di massima parzialità, mentre le fasi finali dell'evento sono state immortalate con il beneficio di un limpido cielo.
A causa del cielo coperto non è stato possibile fare rilievi attendibili sulla caduta di luminosità e della temperatura, ma comunque è stata ben percepibile la luce grigia soffusa tipica di un'eclisse di Sole e la notevole discesa della temperatura.

La mia strumentazione ottica era composta da:
- un telescopio Borg 101 ED con montatura equatoriale Vixen GP ed una fotocamera Canon 40D applicata a fuoco diretto

Le coordinate del punto di osservazione:
Latitudine: 16° 10' Nord
Longitudine: 22° 48' Ovest

Conclusione:
Una offuscata eclisse, ma tutto sommato una piacevole vacanza.
Buono il viaggio aereo di andata-ritorno ed il trattamento a bordo effettuato con NEOS Air, anche se questa compagnia è molto rigida riguardo a dimensioni e peso dei bagagli sia a mano che in stiva; appena si supera il peso sia pur di pochissimo, è richiesto il supplemento.
Una nota negava va invece all'Agenzia viaggi Faventia Tourist che nonostante il largo anticipo con cui abbiamo richiesto il soggiorno a Boavista, è riuscita a proporci un contratto non chiaro e non rispondente alle aspettative concordate all'atto della stipula.
Consiglio a chi intenda avvalersi di questa Agenzia di firmare solo contratti in cui sia scritto in maniera maniacale ogni più insignificante particolare e servizio compreso/non compreso nel prezzo per poter scegliere serenamente se accettare o rifiutare il pacchetto offerto.
M.B.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu